Ciclo palombiano

 

DA MARX A PALOMBA. PENSIERI A CONFRONTO
Autore: Antonio Dentice d’Accadia
Prefazione: Giuseppe Limone e Salvatore Striano
Editore: Bonanno, 2017
Prezzo: 10 euro

Dentice d’Accadia organizza e discute il pensiero dell’economista Giuseppe Palomba (Caserta, 1908 – Napoli, 1986) in rapporto al pensiero di Karl Marx. “Da Marx a Palomba”, dal filosofo tedesco al poliedrico economista italiano del Novecento. Palomba si definiva: «l’ultimo grande conservatore ed il primo autentico rivoluzionario». Uno scienziato che già negli anni Trenta-Quaranta affermava la caduta delle economie comuniste, capitaliste e che nel 1980 prevedeva una grande crisi politico-economica-religiosa internazionale verso il 2030, che avrebbe trasformato la società. Con Palomba l’analisi, la sintesi e l’attualizzazione dei principi marxiani, marxisti (e liberali) prosegue nel graduale disancoraggio delle demagogie, dalle polarizzazioni e delle ideologie (di sinistra e di destra), nella scoperta dell’Uomo oltre le (vecchie e nuove) divisioni: politiche, religiose, razziali. Egli cerca l’Uomo Universale, ciò che è al di là dei particolarismi storico-culturali. Collana: Tascabili Bonanno – Genere: Filosofia – Data di pubblicazione: luglio 2017 – Numero di pagine: 84 – ISBN: 978-88-6318-141-8  –  Numero telefonico per acquisto: 095.764.91.38 (disponibile da Settembre 2017)

 

L’ECONOMISTA GIUSEPPE PALOMBA. METAFISICA DELL’ECONOMIA
Autore: Antonio Dentice d’Accadia
Prefazione: Angelo Calabrese
Grafica: Antonio Orlando
Editore: Bonanno Editore, 2013
Prezzo: 10 euro

L’opera si concentra sui lavori sociologici ed economici di Giuseppe Palomba (1908-1986), mostrando come essi si connettono alla matrice filosofica, metafisica ed ermetica. Se l’opera “Giuseppe Palomba. Tra scienza ed esoterismo” (Tipheret, 2013) osserva specificamente le dottrine spirituali ispiranti l’economista, il presente lavoro invece misura in che modo esse si connettono al pensiero economico e sociale. Palomba è stato un feroce avversario dei vecchi concetti della Scuola Classica, esprimendosi in singolari espressioni: applica i principi della meccanica quantistica alle osservazioni del mercato, rivede e trasforma la sociologia economica sulla base dell’estetica dell’arte e introduce i principi dell’Arte Reale  nella sua produzione accademica. Giuseppe Palomba era scienziato di fama internazionale (tra i massimi italiani), premiato dai Presidenti della Repubblica Pertini e Leone, oltre che dalle più prestigiose associazioni nazionali ed estere. Collana: Scaffale del nuovo millennio – Genere: Saggistica (filosofia economica) – Data di pubblicazione: 25/07/2013 – Numero di pagine: 112 – ISBN: 978-88-96950-333  -Numero telefonico per acquisto: 095.764.91.38

 

GIUSEPPE PALOMBA. TRA SCIENZA ED ESOTERISMO
Autore: Antonio Dentice d’Accadia
Prefazione: Luigi Braco
Grafica: Antonio Orlando
Editore: Tipheret Editore, 2013
Prezzo: 15 euro

L’opera ordina e commenta le dottrine filosofiche e mistiche adottate da Giuseppe Palomba nella sua speculazione scientifica. Si evidenzia il forte sottostrato esoterico alla base di tutta la trattazione economica e accademica, descrivendo le tradizioni ispiranti il Palomba e gli ambienti frequentati. Lo scienziato è stato il massimo esponente italiano del sufismo della Scuola di Frithjof Schuon; ha goduto inoltre del pubblico elogio dell’ipercritico René Guénon, gigante mondiale dell’ermetismo, che invita tutti gli esoteristi che conosco la lingua italiana a leggere i trattati universitari di Palomba. Collana: Gimel – Genere: Saggistica – Data di pubblicazione: 25/07/2013 – Numero di pagine: 160 ISBN: 978-88-6496-109-5 – Numero telefonico per acquisto: 095.764.91.38

 

MANIFESTO DELL’UOMO UNIVERSALE
Autori: Antonio Dentice d’Accadia e Angelo Calabrese
Redatto nel: Giugno 2017

Vai al: Manifesto dell’Uomo Universale

 

METAFISICA ED ECONOMIA
La riscoperta di Giuseppe Palomba tra scienza e sacro
Autore: Antonio Dentice d’Accadia
Rivista: HIRAM
Numero: 1/2017, pag. 18

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su Giuseppe Palomba
L’autore è il primo studioso ad abbracciare per intero il pensiero economico e filosofico di Giuseppe Palomba (1908-1986).
Giuseppe Palomba è tra le figure del Novecento più interessanti a livello internazionale ed è un caso unico al mondo: tra i più grandi economisti del suo periodo e, nel contempo, tra i massimi maestri spirituali europei. Egli opera costantemente tra mondo scientifico-accademico e dottrine filosofiche, non a caso ricopre il duplice ruolo di legittimo discendente della scuola economica di Vilfredo Pareto e di massimo discepolo in Italia del mistico svizzero Frithjof Schuon (sufismo). Giuseppe Palomba riporta il discorso dell’etica economica nell’ottica della mistica del Cattolicesimo, vissuta in chiave iper-ecumenica, coniugata a tutte le tradizioni spirituali del mondo (da Oriente ad Occidente).
Palomba nasce il 9 maggio 1908 in provincia di Caserta (San Nicola la Strada) e muore il 30 gennaio 1986 a Napoli. E’ stato tra i massimi scienziati italiani, probabilmente il più originale dopo Pareto e Pantaleoni. L’economista ha ricevuto importanti onoreficenze (dai Presidenti della Repubblica Pertini, Leone, dall’Accademia Burckhardt, ecc.) ed è stato membro di prestigiose associazioni (Accademia dei Lincei, la Tiberina, la Pontaniana, ecc.). Una figura di primissimo piano, tra i pilastri del mondo accademico italiano. Ha insegnato nelle Facoltà di Catania, Roma e Napoli.